Guida GIMP: gli strumenti di GIMP

GIMP, GNU Image Manipulation Program, è un editor di immagini open source scaricabile gratuitamente al link www.gimp.org. Tutti possono utilizzarlo, sia appassionati dell’editing di immagini che professionisti del settore in alternativa a Photoshop.

Prima di addentrarci in questa nuova guida GIMP, però, ti suggeriamo di consultare la nostra Guida Gimp per scaricarlo e installarlo sul PC; solo dopo aver installato il programma, infatti, potrai imparare ad utilizzarne l’interfaccia, a scaricare un’immagine e a caricarla per la modifica.

Aprire GIMP

Cliccando due volte sull’icona del programma appena installato oppure digitando le prime lettere del nome GIMP sulla barra di ricerca vicino all’icona START, questo si aprirà e noterai subito un’interfaccia familiare e semplice da utilizzare:

  • a sinistra dell’area di lavoro si trova il pannello degli strumenti con tutte le funzionalità offerte da GIMP per l’editing grafico;
  • al centro c’è il layout principale dove sarà visibile la grafica da elaborare;
  • a destra si trovano i pannelli dei livelli e dei pennelli, ognuno con delle funzionalità specifiche relative a canali, tracciati, motivi, gradienti;
  • infine, in alto, la consueta barra dei menù da cui è possibile effettuare una serie di azioni, come ad esempio salvare i file.

Tutti i pannelli possono essere spostati e/o ridimensionati, così l’utente può adattare l’area di lavoro alle proprie esigenze.

Scaricare un’immagine da Google Chrome

Se si vuole modificare un’immagine su GIMP e l’immagine si trova su Google, la si può scaricare in modo molto semplice:

  • vai su www.google.it e nella barra di ricerca digita la parola che identifica l’immagine che stai cercando, ad esempio fiore;
  • seleziona la tab Immagini (Images in inglese), appariranno tutte le immagini disponibili;
  • scegli l’immagine che fa per te, premi il tasto destro del mouse e dal menù che si apre seleziona l’opzione Salva immagine con nome;
  • nella nuova finestra digita il nome del file e scegli la cartella in cui salvarlo, ad esempio Desktop, e clicca su Salva.

Ricorda: le immagini presenti su Google potrebbero essere protette da copyright, pertanto non è possibile utilizzarle per scopi commerciali; per farlo, hai bisogno dell’autorizzazione dell’autore. In alternativa, puoi utilizzare immagini di stock presenti su siti come www.pixabay.com o www.envato.com.

Caricare e aprire un’immagine su GIMP

Per caricare un’immagine da modificare su GIMP è sufficiente trascinare il file dalla cartella in cui si trova verso l’area di lavoro di GIMP. Oppure, si può procedere partendo dalla barra dei menù in alto:

  • clicca su File
  • clicca su Apri
  • individua la cartella in cui hai salvato il file da modificare (Desktop, ad esempio)
  • seleziona il file da modificare (fiore.jpg, ad esempio)
  • clicca su Apri.

Un modo più veloce per aprire un’immagine su GIMP consiste nel premere contemporaneamente i tasti CTRL+O: si aprirà subito il menù da cui poter scegliere l’immagine. Se invece, desideri creare un’immagine da zero, premi CTRL+N oppure dal menù File clicca su Nuova.

Ora che conosci meglio l’interfaccia utente di GIMP e sai come caricare un’immagine, puoi finalmente iniziare a modificarla. Se non sei un professionista ma ti piacerebbe sapere come ridimensionare, ritagliare e ruotare un’immagine su GIMP, consulta la nostra guida GIMP.